Savannah Way

È un viaggio straordinario quello che si delinea lungo la Savannah Way, l'itinerario dell'avventura australiana per eccellenza. In totale, 3.700 chilometri che collegano Cairns, nell'area tropicale del Queensland settentrionale, a Broome, la storica città delle perle nel Kimberley, nell'Australia occidentale. Il tutto attraverso 15 Parchi nazionali e 5 siti Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, toccando anche le grandi meraviglie naturalistiche delle savane tropicali e del Top End, nel Northern Territory. Un itinerario da vivere a proprio piacimento, ci si può anche limitare a percorrerne una piccola parte o decidere di imbattersi nell'avventura e attraversare il continente per contemplare gli orizzonti infiniti, le gole preistoriche, la variegata fauna protetta. E ancora, per entrare in contatto con il prezioso patrimonio culturale e storico lasciato dagli aborigeni e dai pionieri che esplorarono per primi in queste terre affrontando anche difficili condizioni climatiche.

Il consiglio è di preventivare almeno 7 giorni per la tratta che attraversa il Northern Territory oppure 14 giorni, volendo percorrere la strada da Darwin a Cairns. Se invece si decide di farlo tutto, allora sono necessari 30 giorni di viaggio. Vale la pena documentarsi sulla Savannah Way Limited, l'organizzazione no-profit che promuove l'attraversamento della strada per sostenere le comunità locali e i principali eventi in programma in tutte le aree toccate dal tracciato. Durante il viaggio ci si può fermare a dormire sotto gli strepitosi cieli stellati australiani scegliendo di alloggiare nei campeggi e godersi così ancor più il contatto con la natura. Si procede attraverso paesaggi che cambiano in continuazione: paludi che lasciano spazio a distese desertiche, pianure lussureggianti che cedono il passo a lande di arenaria. Scenari che incantano e sono destinati a rimanere impressi nella memoria, per la bellezza della natura dei parchi sconfinati, per il fascino della storia testimoniata dalle millenarie pitture rupestri. E così, passando da un confine all'altro, ci si lascia alle spalle le foreste per dedicarsi al surf sulla costa di Cairns e guidare attraverso il Barron Gorge National Park, dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità verso il confine del Northern Territory. Sulla strada bisogna informarsi sull'attività vulcanica dell'Atherton Tablelands. Una deviazione dall'itinerario consente di trascorrere alcuni giorni sulle Sir Edward Pellew Islands ed esplorare le paludi di mangrovie alla foce dell'McArthur River. Si torna sulla terraferma per ammirare l'arte indigena nella Caranbirini Conservation Reserve, per poi meravigliarsi di fronte al famoso affioramento di arenaria di 'Lost City'. Ancora oltre, nella regione di Katherine, è imperdibile un tuffo nelle acque terapeutiche della piscina naturale di Mataranka, conosciuta per il romanzo autobiografico di Jeannie Gunn, We of the Never Never, incentrato sulla vita di una donna bianca di Elsey Station. Senza dimenticare i tracciati da percorrere in 4X4 e i sentieri per il trekking da esplorare nel Judburra/Gregory National Park, per osservare gli alberi di boab e le impressionanti scarpate di arenaria. Oltrepassando il confine, ci si dirige verso Broome attrverso la splendida regione di Kimberly facendo tappa a Lake Argyle e Bungle Bungles. Sul sito ufficiale della Savannah Way, si trovano utili mappe, informazioni sulla sicurezza e tanto altro ancora.