Trekking

Sentieri ancestrali, gole profonde, distese di cespugli e terra rossa a perdita d'occhio, montagne inviolabili e paesaggi preistorici che disegnano spazi sconfinati. Addentrarsi nel bush dell'outback australiano significa scoprire scenari strepitosi, ma soprattutto entrare in profondo contatto con la terra sacra degli aborigeni, intimamente legata alla loro identità e spiritualità. Il trekking si rivela così inaspettatamente l'attività più autentica e immediata per cogliere l'anima e respirare l'energia di questi luoghi unici e straordinari. Dal Top End al Red Centre, tanti sono i tracciati e gli itinerari tra cui scegliere, di diversa difficoltà e lunghezza, adatti a tutti o per chi è più allenato.
teasersmall1

Jatbula Trail

All'interno del Nitmiluk National Park, il Jatbula Trail è un tracciato abbastanza impegnativo di circa 60 km, da fare in circa 5 giorni di cammino. Incantevoli gli scenari naturalistici che si aprono alla vista durante il tragitto, dalle cascate fruscianti alle pitture rupestri degli aborigeni Jawoyn. Il Trail si sviluppa lungo una sessantina di chilometri in tutto, segnalati in una sola direzione, che separano Katherine Gorge da Leliyn (Edith Falls).

Tabletop Track

A poche ore di auto da Darwin, il Litchfield National Park ospita il Tabletop Track, un circuito di 39 km adatto a chi è ben allenato che abbraccia l'intero parco. Ideale per provare la sensazione di perdersi nello sconfinato Top End, il tracciato attraversa foreste, sfiora piccoli corsi d'acqua e scenografiche piscine naturali. Si può pernottare in 3 campeggi.



 


Lungkata Walk

E poi c'è l'Uluru, che si può ammirare anche partecipando a brevi passeggiate nel bush: camminate di 9,4 km da fare in 3 ore e mezzo per isolarsi dai più frequentati punti di osservazione del monolite, addentrarsi nelle foreste d'acacia ed esplorare la pianura lussureggiante. E rivivere, lungo la Lungkata Walk, la leggenda di Kuniya Tjukurpa, la grande battaglia tra Kuniya (donna pitone) and Liru (uomo serpente velenoso) raccontata nelle pitture rupestri. Alcuni dei migliori panorama del Red Centre si aprono infine passeggiando nel Kata Tjuta, percorrendo per esempio la Valley of the Winds, sentiero ad anello che si snoda per 7,4 km attraverso un paesaggio onirico.