Fotografia

Panorami mistici, terre sconfinate e una varietà straordinaria di flora e di fauna. Per sua “natura”, il Northern Territory è senza dubbio una delle aree più attraenti da immortalare dell'Australia. Dal Top End al Red Centre, passando per gli straordinari scenari paesaggistici che s'incontrano tra l'uno e l'altra, è un autentico paradiso per gli appassionati di fotografia, sia a livello amatoriale, sia a livello professionale.
Il Northern Territory è inoltre un hotspot per quanti vogliano affinare la propria tecnica, perché offre un buon numero di tour con il fotografo che combinano viaggi-avventura indimenticabili e lezioni con professionisti esperti. Tra gli scatti dei migliori fotografi di paesaggi e soggetti australiani, si può trarre ispirazione da Paul Arnold, che ha esplorato il continente per almeno 20 anni, di cui gli ultimi 10 trascorsi ad immortalare le aree più remote del bush del Northern Territory. Altri professionisti da tenere a mente sono Peter Eve di Monsoon Studio e David Hancock.

I panorami del Top End

Il Top End incanta per la brillante paletta di colori, tonalità, intensità e texture della natura, verdeggiante e segnata da innumerevoli corsi d'acqua, cangianti come lo sono le stagioni. Sopra tutto, stormi di uccelli che si librano alti nel cielo nel periodo delle migrazioni, mentre sulla superficie le sfumature di marrone e il nero si mescolano al verde intenso e diffuso delle foreste e delle paludi. L'alternarsi della stagione secca e umida, asciuga o disseta i corsi dei fiumi che si riversano in cascate e piscine naturali.  È una natura avvolgente, ipnotica, primitiva, variegata, che cambia di continuo e che si vorrebbe fermare, per sempre, in un fotogramma.

I panorami del Red Center

È il rosso, assoluto e accecante, ad introdurre invece nell'outback australiano più autentico. E non ci si stancherebbe mai di immortalare il ricordo di quella luce intensa e accecante, delle infinite sfumature di arancio e ocra che vestono distese desertiche e punteggiate di cespugli e pietre, sovrastate da cieli azzurri e rassicuranti. E poi, oltre i paesaggi, le testimonianze lasciate dalle popolazioni aborigene, la loro arte eterna che traccia la mappa della geografia di queste lande e della loro storia. E allora vale la pena perdersi nel bush per fotografare tutta la ricchezza di questa terra e poi sorvolarla dall'alto per coglierne in uno scatto tutta la magnificenza e vastità.