Camping

Trascorrere una notte sotto milioni di stelle, sperduti nell'immensa e remota regione dell'outback australiano è un'esperienza impagabile. Dalle distese desertiche color rosso scarlatto, alle savane tropicali, dalle lussureggianti paludi ai picchi aspri e alle coste inviolate, la vastità e l'entità del Northern Territory sono talmente sorprendenti che per farsene un'idea bisogna necessariamente vederle. Quello che si offre alla vista è uno spazio sterminato e inviolato che può essere apprezzato fino in fondo solo se si sceglie di esplorarlo in modo spartano, cercando il contatto più autentico con la natura. È sufficiente organizzare una gita di un weekend per cogliere la bellezza primitiva di questi luoghi e in quest'ottica il campeggio rappresenta la formula di alloggio più congeniale. Di notte ci si addormenta sotto la volta celeste, di giorno ci si dedica a tante attività nei Parchi nazionali: brevi camminate attraverso le antiche pianure, escursioni di alcuni giorni per dedicarsi al kayak, al birdwatching, al canottaggio, per esempio.
Nel Kakadu si può campeggiare vicino al famoso Jim Jim Billabong; sulle MacDonnell Ranges si può osservare la natura facendo base a Ellery Creek. O ancora, nell'Uluru-Kata Tjuta National Park si può montare la tenda a breve distanza dall'Uluru, nell'Ayers Rock Campground, per godersi uno dei più scenografici tramonti al mondo. Scegliendo di alloggiare nei campeggi disseminati in tutto il territorio, si può esplorare l'outback a proprio piacimento e con formule per tutti i budget: ci si può avventurare on the road in camper o 4X4 sulla Stuart Highway facendo tappa in luoghi come Kings Canyon, Tennant Creek e alle paludi del Mary River. E poi costeggiare il litorale per respirare a pieni polmoni l'aria del mare, prima di spostarsi a nord-ovest verso i Parchi di Kakadu, Nitmiluk e Litchfield. Le guide locali accompagnano i visitatori alla scoperta della natura, dell'arte e delle tradizioni locali, organizzano battute di pesca di barramundi e gite per avvistare i coccodrilli e altri esemplari di animali endemici nei loro habitat naturali. A solo un'ora e mezzo di strada da Darwin, Litchfield vanta i migliori campi vicino alla capitale, ben attrezzati e perfetti per tutta la famiglia.
Chi preferisce il comfort può optare per il Litchfield Safari Camp o il Litchfield Tourist Park. Nel Mary River National Park si può scegliere, tra gli altri, il Shady Camp e il Couzen's Lookout. Nell'area di Katherine esistono variegate opportunità per il camping sia che si voglia dormire in un'area attrezzata, come il Katherine Low Level Caravan Park

sia che si preferisca dormire sotto le stelle. Gli indigeni portano alla scoperta dei luoghi più suggestivi, come il Douglas Hot Springs Park e Katherine Gorge. Numerosi i campeggi a Tennant Creek, come l'Outback Caravan Park, ma per provare l'autentico spirito di solitudine e libertà australiani conviene spostarsi nell'area campeggio di Devil's Marbles. Ideale per avvistare la variegata fauna locale è il Davenport Range National Park e le Davenport Ranges, dove ci si può accampare presso l'Old Police Station Waterhole oppure a Whistleduck Creek. Intorno ad Alice Springs ci si può fermare nei campeggi del West MacDonnell National Park, completi di piazzole, aree barbecue, servizi pubblici, e dell'East MacDonnell Ranges, come The Gemtree Caravan.